Slider

Incendi senza sosta

Numerosi incendi si sono sviluppati senza sosta nel trapanese e hanno colpito in particolare la Riserva di Monte Cofano, andata completamente distrutta, Monte Erice e diverse località di Custonaci, Valderice, San Vito Lo Capo e Castellammare del Golfo. I roghi sono stati alimentati dalle forti raffiche di vento di scirocco che hanno fatto propagare a velocità impressionanti le fiamme, mentre gli operatori antincendio potevano fare ben poco per fermarle. Gli addetti antincendio di tre squadre con tre mezzi di SOS Valderice con i Vigili del Fuoco e  la Forestale, supportati da un Canadair CL 415 e da un elicottero hanno lavorato per oltre 24 ore per riuscire a domare gli incendi sviluppati dolosamente e in più punti contemporaneamente che hanno distrutto la Riserva di Monte Cofano il giorno 13 di agosto.

Il giorno 19, tutta la notte e tutto il giorno 20 di agosto, gli incendi sono stati appiccati ancora a ridosso della Riserva di Monte Cofano impegnando le squadre antincendio fino alla 1 di notte. Alle 2.30 è scattato l’allarme per un altro incendio a Pizzolungo, nel Comune di Erice mandando in fumo oltre 25 ettari di macchia mediterranea. In mattinata, appena completate le operazioni di bonifica, un altro incendio è divampato sul versante est di Monte Erice, nella zona della Curva Pai, immediatamente spento dalle numerose squadre di SOS Valderice, Forestale e Vigili del Fuoco. L’incendio è stato seguito da un altro, stavolta nella zona di Fontana Bianca, più a monte, segno della mano criminale dell’uomo. Con il calmare del vento di scirocco, gli incendi hanno dato una tregua che reggerà fino alla prossima sciroccata…

 

 

 

 
Condividi su