Slider

20a Volata Napola Mokarta

28/08/2016. Al via la 20a Volata Napola Mokarta, Gara Podistica Internazionale organizzata dal GSD La Volata di Napola, frazione di Erice, Trapani. A disputarsi i premi messi in palio dal comitato organizzatore per le categorie Esordienti A/B/C, Ragazzi, Cadetti, Allievi, Amatori e Gara Internazionale, sono stati oltre 650 atleti delle categorie Amatori e oltre 200 atleti delle categorie giovanili oltre ai 25 Top Runners che si sono sfidati nella Gara Internazionale. Ad aggiudicarsi il gradino più alto del podio della categoria Amatori è stato Vito Massimo Catania della Amatori Regalbuto che ha fatto registrare un  tempo di 24 minuti  e 34 secondi, seguito dagli atleti dell’ Universitas Palermo, Filippo Porto con un tempo di 25 minuti e 02 secondi e Lorenzo Abbate con un tempo di gara di 25 minuti e 25 secondi. La gara podistica internazionale è stata combattuta dai 25 Top Runners di fama mondiale provenienti da Italia, Ruanda, Marocco, Kenya e Uganda, tra i quali erano presenti Yuri Floriani del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, fresco della partecipazione alle Olimpiadi di Rio de Janeiro e Campione Italiano sui 3000 metri siepi, Yassine Rachik vincitore della scorsa edizione della Volata, Campione Italiano sui 5000 metri e medaglia di bronzo agli europei U23 del 2015, Albert Chemutai vincitore della Amatrice-Configno e settimo classificato ai mondiali U20 sui 3000 metri siepi. La 20a Volata Napola Mokarta, Gara Podistica Internazionale è stata vinta dal sedicenne ugandese Victor Kiplangat  della Atletica Capanne Pro Loco Athl. Team di Corciano (PG) con al seguito Felicien Muhitira della Atletica Potenza Picena del Ruanda e l’italiano Yassine Rachik della Atletica Cento Torri Pavia. SOS Valderice ha fornito l’assistenza sanitaria alla 20a Volata Napola Mokarta, come gli scorsi anni, con due ambulanze dislocate alla partenza e a metà percorso, un quad con due soccorritori al seguito degli atleti e un posto medico con anestesista rianimatore posizionato all’arrivo per il trattamento sul posto delle varie patologie tipiche delle gare podistiche.

 
Condividi su